Canto Lirico

INSEGNANTE: Andrea FERMI

DESCRIZIONE DEL CORSO

Il corso è rivolto a chiunque voglia apprendere o approfondire l’impostazione tecnica della voce artistica nelle sue varie espressioni e repertori, dal classico al moderno. Suddiviso in tre livelli (base, intermedio ed avanzato) cui l’allievo è rispettivamente indirizzato a seguito di un test d’ingresso, esso accompagna il principiante come il professionista attraverso un percorso di studio volto alla piena consapevolezza, teorica e pratica, del funzionamento dell’apparato fonatorio ed alla maturazione di una specifica individualità tecnico-interpretativa. La tripartizione del corso intende dunque definire – pur sempre nel rispetto delle necessità peculiari del singolo allievo – un programma così strutturato:

Livello base
Elementi tecnici
• La respirazione nella fonazione artistica:
– Illustrazione anatomica dell’apparato fonatorio
– Il diaframma come “motore” del canto: natura e funzione
– Pratica e percezione della corretta inspirazione costo-diaframmatica
– La gestione dell’espirazione: i principi di appoggio e sostegno, scuole a confronto
– Esercizi relativi di ginnastica respiratoria e dei muscoli fonatori (apnea, sibilo, “candela”, sorpresa, etc.)
• L’emissione del suono:
– L’accordo pneumo-fonico come elemento necessario nel canto
– Il concetto di maschera e la proiezione del suono
– Le vocali strette (i-e) e larghe (a-o-u)
– le consonanti
– Dizione ed articolazione
– Esercizi relativi: intonazione di semplici intervalli o vocalizzi, sempre nel medium della voce, a partire dal muto e progressivamente con le varie vocali, parole e piccole frasi.
Lettura e repertorio
• Studio ed esecuzione di semplici solfeggi cantati tratti dal testo di G. Concone, 50 lezioni per il medium della voce, opera 9 e/o dal testo di G. Seidler, L’arte del cantare.
• Esecuzione di arie tratte dal testo di N. Vaccaj, Metodo pratico di canto e di brani di generi diversi scelti tenendo conto del loro grado di difficoltà nonché del livello e dell’inclinazione degli allievi.

Livello intermedio
Elementi tecnici
• I “colori” della musica:
– Il legato come compiuto controllo del diaframma e dei muscoli intercostali.
– La “messa di voce”: gestione della respirazione dal pianissimo al fortissimo e viceversa
– Le dinamiche: intenzioni interpretative ed esigenze tecniche
– Esercizi relativi: intonazione di vocalizzi di media difficoltà con particolare cura dell’omogeneità e della continuità sonora. Esercizi di variazione dinamica su singole note e, progressivamente, su scale ed arpeggi di varia natura.

• I registri vocali:
– Tessitura ed estensione vocale
– La voce di petto e la voce di testa
– Falsetto e voce piena: il passaggio di registro e la copertura della voce
– Il sostegno del registro acuto
– La dizione nel registro acuto
– Esecizi relativi: intonazione di intervalli e vocalizzi di media difficoltà che interessino le note di passaggio e, progressivamente, il registro acuto. Scale e arpeggi di media difficoltà con tutte le vocali e con parole o piccole frasi.

Lettura e repertorio
• Studio ed esecuzione di solfeggi cantati di media difficoltà tratti dal testo di G. Concone, 50 lezioni per il medium della voce, opera 9 e/o dal testo di G. Seidler, L’arte del cantare.
• Esecuzione di arie tratte dal testo di N. Vaccaj, Metodo pratico di canto e di brani di generi diversi scelti tenendo conto del loro grado di difficoltà nonché del livello e dell’inclinazione degli allievi.

Livello avanzato
Elementi tecnici
• Il virtuosismo vocale:
– Agilità
– I “fiati rubati”
– Picchettati e staccati
– Appoggiature, acciaccature, trilli e mordenti
– Abbellimenti di varia natura
– Esercizi relativi: vocalizzi, scale e arpeggi di elevata difficoltà con pratica dei suddetti elementi.

• Esecuzione ed interpretazione:
– Analisi del repertorio e traduzione completa della nozione tecnica in strumento per l’espressione artistica.

Lettura e repertorio
• Studio ed esecuzione di solfeggi cantati di elevata difficoltà tratti dal testo di G. Concone, 25 lezioni per il medium della voce, opera 10 e/o dal testo di G. Seidler, L’arte del cantare.
• Esecuzione di brani di generi diversi scelti tenendo conto del loro grado di difficoltà nonché del livello e dell’inclinazione degli allievi.

Le lezioni sono individuali. Hanno una durata di 50 minuti e hanno cadenza settimanale. Al momento dell’iscrizione l’allievo concorda con la segreteria il giorno di frequenza, in funzione delle proprie necessità e delle disponibilità dell’insegnante. Oltre alla propria lezione, l’allievo accede liberamente ad alcuni Laboratori (vedi capitolo Laboratori e Corsi Collettivi).