Pianoforte

INSEGNANTE: Luigi MORELLI, Cristina BERLINZANI

DESCRIZIONE DEL CORSO
Il corso fornisce tutti gli elementi di lettura, impostazione e coordinamento necessari sia per un avviamento professionale che per lo svolgimento di un’attività semi-professionale o amatoriale. Il programma propone un percorso educativo per chi voglia intraprendere lo studio del pianoforte partendo dalle nozioni basilari di teoria e pratica. Esso è articolato in quattro livelli in modo da permettere agli allievi di seguire uno studio graduale in merito alle difficoltà che andranno a proporsi nel corso del tempo. Per l’eventuale preparazione agli esami al Conservatorio si farà riferimento ai programmi ministeriali.
FREQUENZA
Le lezioni sono individuali. Hanno una durata di 50 minuti e possono avere una cadenza settimanale o quindicinale. Al momento dell’iscrizione l’allievo concorda con la segreteria il tipo di frequenza, in funzione delle proprie necessità e delle disponibilità dell’insegnante. Oltre alla propria lezione, l’allievo accede liberamente ad alcuni Laboratori (vedi capitolo Laboratori e Corsi Collettivi).

PROGRAMMA DEL CORSO
TEORIA (gli argomenti teorici saranno distribuiti nei vari livelli previsti dal corso): note musicali, pentagramma, figure musicali, pause, chiavi, tagli addizionali, segni di prolungamento (punto di valore, punto coronato, legatura di valore), battuta, tempo, alterazioni, tono e semitono, intervalli naturali, tonalità, quadro delle tonalità, definizione di scala, gradi della scala, accordi maggiori e minori.

LIVELLO INTRODUTTIVO: tecnica preparatoria; esercizi a mani unite con il salto per toni, semitoni e doppie terze; esercizi per migliorare l’articolazione delle mani, scale maggiori con i diesis e bemolli da eseguirsi a due ottave per moto retto e contrario, pezzi facilissimi, pezzi facili, sonatine di costruzione classica, brani di autori romantici o moderni.

LIVELLO INTERMEDIO: scale maggiori e minori per moto parallelo, sonatine e sonate, sonatine viennesi, brani di compositori romantici e moderni.

LIVELLO AVANZATO: scale maggiori e minori per moto retto e contrario; arpeggi ed altri meccanismi, suites francesi e inglesi, sonatine o sonate del periodo classico di MOZART, HAYDN, CLEMENTI, BEETHOVEN, brani di autori romantici e moderni.

LIVELLO PROFESSIONALE: si fa riferimento ai programmi ministeriali di Conservatorio.